Si tratta della ristrutturazione di un corpo autorimesse monopiano con adiacente cantina, la sua riqualificazione e trasformazione in due livelli attraverso la realizzazione di un tetto_giardino in sostituzione della copertura a falde.

Il progetto disegna, quindi, un giardino pensile a quota +1, collegato direttamente al soggiorno della casa con alcuni gradini, che dal preesistente poggiolo conducono su un giardino-terrazza riconfigurando completamente il corpo architettonico, ma con il mantenimento delle autorimesse esistenti.

Il filo conduttore della composizione è la linea continua del davanzale_soglia in pietra piasentina, il profilo continuo dei piani orizzontali e verticali che configurano le nuove regioni spaziali; continua a disegnarli fino sul lato Nord con la linea inclinata, riferimento alla vecchia falda dell'edificio precedente.

L'uso misurato dei materiali si approssima a quelli già presenti: superfici verticali e intradossi trattati a intonachino di colore bianco; alcuni elementi vengono rivestiti in listelli di legno, come il vano scale, i manocorrenti dei parapetti e la sopraelevazione della parete a confine lato Nord.

Sotto la pensilina in prosecuzione del vano scale, l'intera parete libera di fondo potrà ospitare un contenitore arredo con un piano cucina sul lato destro.

 

crediti:

 

progetto: Giardino pensile e autorimesse.

localizzazione: Artegna, Udine

committente: privato

progettista: Piero Siega architetto _ collaboratore Alessia Dorigo architetto

impresa: Filaferro Gianni

cronologia: 2013 progetto – 2014/15 realizzazione

fotografie: Alessandra Bello