Il progetto prevede il recupero, la ristrutturazione e la riqualificazione di una vecchia costruzione destinata a stalla e fienile per la sua trasformazione in usi abitativi, composta da un corpo principale a due piani e una appendice a portico più bassa sul lato Nord. Si mette in atto un integrale recupero e conservazione dell'apparato murario in pietra esistente attraverso una accurata ripulitura delle tracce di malta, dopo un puntuale risanamento e protezione degli elementi lapidei e di cotto compresenti in alcuni punti delle facciate e segni autentici della storia dell'edificio. La copertura viene completamente sostituita, come il portico basso esterno irrecuperabile che, ricostruito, individua un nuovo volume rivestito in tavole di legno formato decking. L'intento progettuale, mediante una riqualificazione architettonica, tecnologica e funzionale, guarda principalmente alla massima conservazione di tutti gli elementi nativi della fabbrica mentre un uso chiaro e armonico di alcuni materiali rende intelleggibile l'introduzione del nuovo.

I materiali.

La pietra originaria delle superficie nelle facciate esterne alternata a rari elementi di coccio e mattoni, come i piccoli archi delle finestre sul fronte stradale, anch'essi costitutivi dell'apparato murario. Il legno da decking e l'intonaco grigio per evidenziare le parti volumetriche nuove e delineare i tamponamenti dei fori dell'antico fienile (lato Sud) ed i parapettii della terrazza, e nei serramenti. E l'orditura completa del tetto a falde inclinate con essenza di abete. La lamiera “antracite” per le lattonerie e nelle profonde imbotte delle finestre piccole a evidenziare e qualificare gli elementi lapidei degli stipiti esistenti (sarebbe stato interessante usarla anche nel manto di copertura invece si è dovuto eseguire in coppi).

La pietra piasentina fiammata in lastre a pavimentare il marciapiede intorno all'edificio ed il sinuoso percorso pedonale di ingresso.

Gli interni inseguono le finalità proprie di una residenza contemporanea nel comfort e nella distribuzione degli spazi e delle funzioni domestiche. Il legno ne è l'elemento caratterizzante ed il suo linguaggio si presenta molto curato ed tendente all' essenziale.

 

crediti:

 

Pietratagliata di Pontebba, Udine, 2009-2012

progetto e DL:                        Piero Siega

team:                                      Stefano Corradetti, Alessia Dorigo

strutture:                                 PROGETTI STUDIO associato – Buja (UD)

impianti:                                  INTERTECHNO -Tricesimo (UD)

fotografie:                               Alessia Dorigo