Si tratta della ristrutturazione edilizia ed ampliamento di un edificio residenziale esistente, costruito agli inizi degli anni '60 con criteri costruttivi di tipo economico ed una appendice ad uso deposito sul lato ovest, in passato destinata a falegnameria. L'intervento, oltre ad un adeguamento strutturale antisismico unisce altre finalità quali: l'individuazione di due unità residenziali, un miglioramento funzionale di ordine distributivo e di rinnovamento degli impianti, il raggiungimento di una elevata efficienza energetica ed una riqualificazione architettonica complessiva. I punti salienti  del progetto possono essere così riassunti:

- Realizzazione di un nuovo vano scala a rampa unica sul lato ovest aderente al corpo ad uso deposito (che per il momento viene ridotto) in modo da rendere autonoma l'unità da individuarsi al P 1° e P sottotetto e collegare tutti i livelli dell'edificio e a formare una nuova terrazza come copertura dello stesso

- Sopraelevazione e sostituzione della copertura in legno così da permettere l'uso abitativo del piano sottotetto e l'apertura degli ambienti al tramonto del sole a Ovest verso il Piancavallo e a Sud verso la piana e Tricesimo

- Costruzione di un portico per pranzo esterno e atrio d'ingresso al PT e conseguente dotazione di una ampia terrazza coperta al P1°

- Ridefinizione delle finestrature e fori perimetrali con sostituzione degli attuali infissi a elevata efficienza energetica

- Sistemazione dell'area esterna a ridosso della casa e razionalizzazione degli accessi pedonale e carrabile e parcheggio antistante

Il progetto ha inteso disvelare le potenzialità paesaggistiche del luogo che nell'edificio preesistente rimanevano latenti ma sostanzialmente inesplorate e che si traducono nel rapporto interno – esterno fisico e percettivo nei tre livelli, attraverso una chiave architettonica contemporanea contemperata dalla adozione di materiali riferibili alla tradizione.

 

crediti:

Treppo Grande, Udine, 2010 – 2013

progetto e DL:                          Piero Siega

team:                                        Stefano Corradetti, Alessia Dorigo

strutture:                                   ing. Augusto Messetti – Gemona del Friuli (UD)

impianti:                                    p.i.e. Andrea Patat – Gemona del Friuli (UD)

fotografie:                                 Alessia Dorigo